Il vento pungente della Russia Fashion Week

L’inverno gelido della capitale non ha fermato la Russia Fashion Week, l’evento fashion più importante che si è tenuto dal 13 al 17 ottobre 2018, in concomitanza con le altre tradizionali settimane della moda e che ha presentato le collezioni primavera estate 2019. Il vento pungente e siberiano della moda russa ha soffiato per una settimana portando novità e alternative interessanti.

“La Russia non si può capire con la mente,

né la si misura col metro comune:

la Russia è fatta a modo proprio,

in essa si può soltanto credere.”

(Fedor Ivanovic Tjutchev)

Così recita il primo verso della lirica di Tjutchev, poeta russo dell’Ottocento ed è in questo verso, entrato nell’uso comune e parlato della gente, che è racchiusa l’essenza della madre terra russa. Una terra dal carattere irrazionale e imprevedibile. E la moda russa rispecchia perfettamente l’essenza di questa grande nazione.

Durante la Russia Fashion Week due le linee che sono emerse. Da una parte un vero e proprio distacco fra due mondi, quello classico e quello innovatore, e dall’altra il mondo underground. Sulle passerelle il contrasto è stato chiaro e netto. Da una parte il classico mondo della moda, a cui la Russia è abituata, dall’altro invece gli stilisti definiti “ incoming”, espressione di una moda molto più caotica che viene dai teenager e dai giovani che creano “hype”.

La seconda linea di pensiero ha invece posto l’accento sul mondo underground, molto urban e sotterraneo, un mondo che grazie ad alcuni stilisti diventa mainstream.

Molti i temi che hanno sfilato sulla catwalk della Russia Fashion Week in questi quattro giorni. Alcune collezioni sono state ispirate allo stile militare, con dettagli non binari per mettere in risalto mascolinità che al giorno d’oggi risultano sempre più fragili e delicate.

Uno stilista emergente ha dato, invece, vita ad una collezione totalmente ispirata alla vita di Shuma con focus su capispalle e ricami. Altri stilisti hanno affrontato tematiche più attuali con atmosfere apocalittiche e global warning puntando al riuso dei tessuti, prossima frontiera della moda.

Di grande impatto la collezione ispirata alla perestroika e allure bucoliche dei villaggi degli inizi del Ventunesimo secolo dove hanno primeggiato pizzi e merletti.

A contrasto e completamente diverse le collezioni ispirate allo streetwear, molto puro e prevalentemente in rosso e nero e quelle in cui ha prevalso il neoprene dai colori accesi e fluorescenti. Molta attenzione poi è stata data alle collezioni dedicate completamente a persone con disabilità, un tema questo che da qualche anno sta prendendo forza anche nelle altre passerelle più famose della moda e che molti stilisti hanno già creato. Si parla di Adaptive Fashion, al di là dei pregiudizi, disabilità come unicità.

Rinfrescante e libera, la nuova moda russa presenta un carattere sperimentale, che certamente è influenzato da un passato e da un heritage socialista, ma rappresenta in realtà pura avanguardia.

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami

spedizione gratuita

Le nostre calzature vengono spedite in tutto il mondo.
Il servizio è gratuito in Europa.
Vedi i nostri metodi di spedizione

100% pagamenti sicuri

Sicuri con PayPal il metodo più usato nel mondo
per la vendita online
Come funziona PayPal

servizio clienti

+39 334 2980441 // customercare@massimomelchiorri.it
lunedì al venerdì h: 09.30 12.30 // 15.30 18.00
Vai alla pagina per richieste via email

© 2018 Massimo Melchiorri All rights reserved | Massimo Melchiorri Designer Largo Castelfidardo, 14/16 62012 Civitanova Marche (MC) - Italy | Part. IVA 01721600433 | powered by Isabell Srl | sitemap Info Shop Massimo Melchiorri